Home Notizie Sportello di ascolto psicologico
formats

Sportello di ascolto psicologico

Pubblicato il 05/09/2018, da in Notizie.

Domenica 24 giugno.

Durante la serata di chiusura dell’anno sociale, svoltasi all’agriturismo Il Piaggione, la dottoressa Michela Cecchi, psicologa, ha fatto una relazione conclusiva sul progetto, totalmente finanziato dal Club Piombino, dello sportello di ascolto, iniziato nel mese di novembre 2017: fino a gennaio le due ore settimanali previste sono state utilizzate per l’osservazione delle classi segnalate dal dirigente scolastico come fortemente problematiche, sia da un punto di vista comportamentale (scarso rispetto delle regole e delle figure adulte, condotte anche all’interno della scuola ai limiti della legalità, frequenti assenze e difficoltà a rimanere in aula, numerosi rapporti disciplinari con conseguenti sospensioni) sia da un punto di vista prettamente didattico (voti in generale molto bassi, attività di studio praticamente assente, scarsa autonomia, difficoltà a raggiungere gli obiettivi posti dai docenti). Alla fine di gennaio è iniziata l’attività di sportello psicologico, al quale i ragazzi accedono lasciando un biglietto con nome e classe di appartenenza in una scatola apposita, a completa tutela della loro privacy. Dal 26 gennaio al 25 maggio 32 ragazzi hanno fruito, in modo volontario, dello sportello, per un totale di 70 colloqui, e 12 sono stati i colloqui effettuati con insegnanti. Tra le principali motivazioni alla base del ricorso allo sportello la dottoressa riferisce in primo luogo difficoltà nella relazione con i genitori, nella maggior parte dei casi separati e con conflittualità. Tema ricorrente anche la difficoltà nella gestione dei rapporti “di coppia”, sia in caso di eterosessualità che omosessualità. In generale, tutti hanno dichiarato di aver vissuto i momenti più bui principalmente alle medie, soprattutto a causa dei pari. Alcuni hanno riferito dubbi sul proprio percorso formativo, ipotizzando anche un cambio di indirizzo scolastico. Si rileva, in ogni caso, una diffusa difficoltà nella gestione dell’ansia, frequente scarsa autostima e forte insicurezza.